Storia

40 anni assieme

Breve storia della Pro Loco di Zugliano dal 1979/2019

Scritto in collaborazione Diego Fontana e Zenone Borgo

QUARANTANNI di Pro Zugliano sono davvero un patrimonio che e difficile sintetizzare in poche righe ma cercheremo di farlo nel modo piu semplice. La Pro Zugliano fu fondata da un gruppo di persone volonterose di fare qualcosa di utile per il paese di Zugliano , con atto notarile redatto dal Notaio Segalla in data5 aprile 1979 e registrato il 20 aprile 1979. I soci fondatori furono: Brandi Oreste, Galvan Luigi, Cunico Valentino, Paterno Ludovico, Zigliotto Giuseppe,Zavagnin Antonio, Borgo Germano, Teso Riccardo, Zovi Roberto, Dalla Pellegrina Alfonso, Paterno Sergio, Ballardin Silvano e Illesi Renato.
La storia dell’Associazione si può dividere in due periodi: primo periodo , i venti anni che vanno dalla fondazione fino alla fine del 1999; secondo periodo,gli attuali ultimi 20 anni, i quali solo per motivi di maggiore conoscenza di chi scrive sarannoun po’ piùdettagliati.
Primo periodo: si sono succeduti i presidenti Teso Riccardo, Cunico Valentino, Marzaro Valentino, Boscarato Ulderico, Simonato Giovanni, Tessaro Paolo e come sempre succede con l’entusiasmo iniziale si lavora, si organizzano manifestazioni e le cose vanno bene, poi come in tutti i settori e in tutte le attività subentra un certo logorio e così anche la Pro Zugliano è andata progressivamente spegnendosi tanto che alla fine degli anni 90 l’associazione esisteva solo sulla carta ma non era piu’ operativa nelle iniziative del paese.
Inizia cosi il secondo periodo: la Pro Zugliano ripartì da zero per interessamento di Borgo Zenone, in quel periodo Assessore al Comune di Zugliano che si prese a cuore la non presenza sul territorio Comunale della Pro Loco: fu necessaria una completa rifondazione, con nuove persone e nuovo entusiasmo.
Presidente fu eletto Francesco Zanin che per tre anni resse l’associazione con grande impegno, le attività furono innumerevoli sia sul piano culturale sia su quello dell’intrattenimento con feste e rispolverando vecchie tradizioni popolari.
All’inizio uno sforzoimportantefu dedicato alla pubblicizzazione del sito forse più importante di Zugliano, Villa Giusti. Fu effettuata la pulizia dei locali in stato di semiabbandono, stampatiposter e depliant ancora oggi validi e costituendo un gruppo di giovani che ogni prima domenica del mese si impegnava nel tenere la Villa aperta e rendersi disponibili come guida per i visitatori.
Furono fatte manifestazioni e allestite mostre all’interno nei locali della Villa, e all’esterno, sul piazzale antistante,la 1^ e 2^ festadella ” Porchetta Zuglianese”,simbolo e orgoglio di Zugliano, rinverdito dalla Pro loco.
Furono organizzati corsi, i più importanti e seguiti, quelli di pasticceria, di cucina, di giardinaggio, fu organizzata la prima festa della Trebbiatura e contribuito alla festa della transumanza, furono inoltre effettuate le camminate ecologiche culturali sulle colline delle Bregonze e molte altre attività. Grande merito al presidente Zanin avere dato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale una sede dignitosa e spaziosa per l’associazione nel palazzo Fabris sopra la biblioteca.
Successore di Zanin venne eletto presidente Illesi Renato il cui pregio oltre che di proseguire sul cammino già intrapreso è stato quello di essere l’unico anello di legame con la Proloco del primo periodo, infatti fu uno dei soci fondatori nel lontano 1978.
Nell’anno 2005, terzo presidente della nuova era venne eletto Borgo Zenone.La gestione di Borgo, oltre che di continuare, dove possibile, sulle attività già avviate in precedenza, feste ,corsi , ecc., fin dall’inizio è stata quella di allargare la collaborazione dellaPro Zuglianoverso le associazioni del Paese ed incrementare la visibilità e la conoscenza verso l’esterno,soprattutto con una partecipazione più attiva nelConsorzio Medio Astico, organo catalizzatore delle 14 Proloco di Zona e maggior considerazione nell’UNPLIRegionale di cui Borgo è stato ConsigliereRegionale facendo conoscere la Pro Zugliano anche a livello Regionale; di intensificare i rapporti verso i soci, con gite ed iniziative di vasta partecipazione unendo aspetti culturali e gastronomici, tanto che il numero dei soci negli ultimi anni è progressivamente aumentato raggiungendoanche quota 232.
Per rendere la Pro Zugliano più moderna ed al passo con i tempi, è stataattivata in sede la linea telefonica, fax, internet, edintrapreso l’iter perché vengaconcessoalla sede della Pro Zugliano l’accredito per il servizio sociale nazionale.
L’iter burocratico e andato a buon fine nel 2008 e nell’anno successivo una ragazza di Grumolo Pedemonte, ritenuta idonea alla mansione, ha svolto il servizio civile per tutto il 2009, contribuendo a realizzare la brochure “ I Tesori di Zugliano “ e prestando servizio di segreteria presso la sede della Pro Zugliano.
Tra le innumerevoli attività svolte dalla Pro Zugliano, che sarebbe troppo lungo anche riassumere, una non si può tralasciare di ricordare, la pubblicazione di tre depliants: su Villa Giusti, la Chiesetta di San Biagio e la Pieve di Santa Maria. Con i quali la Pro Loco di Zugliano si è distinta a livello nazionale ottenendo il premio Francesco Dattini in Umbria e gemellandosi con la Cittadina di Bettona in provincia di Perugia organizzatrice del concorso Dattini .
Nel 2012 la Pro Zugliano cambia la sua denominazione in Pro Loco Zugliano modificando il proprio statuto conforme alle disposizioni nazionali per entrare a far parte delle Associazioni Nazionali di Promozione Sociale.
In collaborazione con l’Amministrazione Comunale nell’anno 2017 abbiamo firmato una convenzione con il Comune per una serie di manifestazioni a partire dal Carnevale Zuglianese, IV Quaresima, cinema all’aperto, mostra micologica, rassegna teatrale, fiera autunnale GUSTANDO L’AUTUNO e feste Natalizie.
In conclusione uno degli obiettivi del Presidente Borgo, era sicuramente quello di coinvolgere di più i giovani del paese per evitare una nuova “crisi ventennale” e dover ricorrere ad un terzo periodo per la Pro Loco Zugliano simile al primo.
L’obiettivo è stato raggiunto nel 2018: dopo 12 anni di presidenza Borgo, con le votazioni del nuovo Consiglio Direttivo c’è stato un cambiamento al vertice dell’associazione con la nomina a presidente di Mirko Bon già vicepresidente dell’associazione e un gruppo di giovani leve chi alle prime esperienze e chi con già un mandato alle spalle.
Con grande entusiasmo il presidente Mirko Bon ha proseguito dando spazio e visibilità sui social a tutte le manifestazioni intraprese negli anni precedenti inserendo nuove iniziative con gite a tema con visita cantine o birrifici e portando una nuova manifestazione ALLIV FEST in location Villa Giusti a Zugliano.
Nell’anno passato abbiamo partecipato alla manifestazione “ BARDOLINO BY NIGHT “ invitati dalla associazione turistica Bardolino presentando la nostra porchetta , partecipiamo da qualche anno alla festa provinciale delle Pro Loco in villa a Caldogno e con l’Associazione Commercianti di Zugliano abbiamo collaborato alla organizzazione della manifestazione “ Pan di Stelle “ nel mese di settembre.

Tra le novità che il presidente Bon Mirko propone per la fine del 2019 la rinascita della Fiera di Sant’Antonio nel mese di Novembre e la volontà di formare la“ Nuova Confraternita della Porchetta Zuglianese“ collegata alla Pro loco Zugliano.
Questa è una breve sintesi dei 40 anni di vita della Pro Loco a Zugliano, sicuramente qualcosa e sfuggito ma pensiamo che il bilancio della PRO LOCO ZUGLIANO sia più che positivo, una soddisfazione per tutti, dai soci fondatori, ai Presidenti, ai tanti Consiglieri e in particolare a tutti soci e non soci che hanno collaborato per tutti questi 40 anni alla riuscita delle varie manifestazioni. Un ricordo va pure anche ai i soci fondatori, presidenti, consiglieri e soci sostenitorideceduti in questi 40 anni.
Un grazie particolare a Voi che avete partecipato a questo evento e ascoltato questa sintesi scritta da Diego Fontana e Zenone Borgo.
Grazie a tutti

Zugliano 01 Settembre 2019.